Questo sito utilizza i cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Navigando su questo sito inoltre vengono scritti e/o letti sul tuo browser anche cookies gestiti da terze parti. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

Circolazione Naturale

13. 01. 18
posted by: Super User
Hits: 2815

Negli impianti a circolazione naturale il bollitore è posto in cima al pannello, sfruttando quel principio naturale per cui il fluido vettore, riscaldato dai raggi solari, tende a spostarsi verso l’alto, riscaldando l’acqua presente nel bollitore.

Questa tipologia di impianto è particolarmente indicata per la sola produzione di acqua calda sanitaria.

I vantaggi di questo sistema sono:

  • Convenienza: i costi di impianto sono contenuti
  • Serbatoio sul tetto: non necessita di ulteriori interventi di adeguamento
  • Assenza di pompe ausiliarie e centraline
  • Semplicità e Velocità di installazione

Tipologie di impianto SACER

CIRCOLAZIONE NATURALE A GLICOLE INERZIALE

Il meccansimo di scambio termico inerziale (brevetto internazionale WO 2013069034 A1) permette il riscaldamento dell’acqua sanitaria anche diverse ore dopo la fine del soleggiamento. Un doppio circuito ad elevata inerzia termica è capace di garantire il massimo assorbimento della radiazione solare e le minime dispersioni termiche anche nelle condizioni ambientali più sfavorevoli, come quelle invernali.

Read more

CIRCOLAZIONE NATURALE A CONDENSAZIONE

La circolazione naturale a condensazione è un particolare sistema di funzionamento che sfrutta il naturale processo di evaporazione e condensazione di un fluido per attuare il trasferimento del calore. Grazie a questa tecnologia, lo scambio termico avviene alla massima velocità, contrastando l’innesco di circolazioni inverse parassite, che costituiscono un elemento critico per tutti gli altri sistemi termici.

Read more